Archivio Autore: Amedeo Contili

The Twilight Singers, Dynamite Steps

The Twilight Singers – Dynamite StepsLo ammetto, sono di parte. Greg Dulli è il mio artista preferito da sempre, e l’attesa per il ritorno dei Twilight Singers sembrava infinita: cinque anni dopo Powder Burns, osannato da critica e pubblico, anni peraltro costellati di partecipazioni e progetti paralleli (primo tra tutti quello con Mark Lanegan per i loro Gutter Twins, ma anche il primo disco di Greg come solista), questo Dynamite Steps ci restituisce un Dulli agli apici del suo percorso musicale… Read More…

Tu Fawning, Hearts On Hold

Tu Fawning – Hearts On HoldInteressante esordio sulla lunga distanza per questa band di Portland (Oregon, USA) dopo l’EP “Secession” del 2008. Già dalla line-up si può ipotizzare che non ci troviamo di fronte alla solita band: Corrina Repp alla voce, chitarra, batteria, piano, percussioni, Joe Haege alla voce, chitarra, piano, samples, batteria, percussioni, Liza Rietz al piano, violino, cori, percussioni e Toussaint Perrault alla tromba, trombone, cori, percussioni. Un combo di polistrumentisti che ci regala un album carico di sfumature ed arrangiamenti originali, un magma sonoro con rimandi al trip-hop ed al pop di qualità, ma anche al jazz ed al folk… Read More…

The Soul Sailor & The Fuckers, seconda parte

The Soul Sailor & The Fuckers intervistati da Amedeo Contili durante Experience 2, dopo il loro live acustico, per presentare il loro nuovo lavoro "I can only be an Apocalypse". Primo evento per la serie di concerti "The Ten Years Experience", per festeggiare il decennale di Experience 2 — Radio Galileo. (foto di Andrea Tappo andreatappo.com) Read More…

The Soul Sailor & The Fuckers, prima parte

The Soul Sailor & The Fuckers intervistati da Amedeo Contili durante Experience 2, dopo il loro live acustico, per presentare il loro nuovo lavoro "I can only be an Apocalypse". Primo evento per la serie di concerti "The Ten Years Experience", per festeggiare il decennale di Experience 2 — Radio Galileo. (foto di Andrea Tappo andreatappo.com) Read More…

Pure Reason Revolution, Hammer and Anvil

Pure Reason Revolution, Hammer and AnvilTornano gli inglesi Pure Reason Revolution dopo la curiosità suscitata da “Amor Vincit Omnia” e dal passaparola di chi ha potuto vederli dal vivo ed è rimasto impressionato dal grande carisma della band e della sua cantante Chloe Alper e dalla entusiasmante miscela di suoni e di idee che, nei loro concerti, da vita ad uno spettacolo molto coinvolgente, tra elettronica e progressive, il tutto giocato con tanto equilibrio e senza quella eccessiva pomposità che a volte… Read More…

IBRIDO_XN, Non ingerire

IBRIDO_XN, Non ingerireEsordio interessante quello dei laziali Ibrido_Xn che, dopo l’EP “Policarbonato Trasparente”, da cui vengono riprese “Io non voto”, “L’odio” e “Nel Buio”, confermano con il loro primo disco la validità del loro percorso artistico alla ricerca di un equilibrio tra rock ed elettronica attraverso una molteplicità di stimoli e richiami che rende questo disco interessante sin dal primo ascolto.
Ottimamente prodotto da Cristiano Santini, “Non Ingerire” (Black Fading / Action Directe) parte pesante con due dei migliori episodi, “All’apice” e quella “Io non voto”… Read More…

Simona Gretchen, seconda parte

Simona Gretchen intervistata da Amedeo Contili ai microfoni di Experience 2 — Radio Galileo parla del suo primo disco "Gretchen pensa troppo forte", del suo concerto a Terni del 17 Dicembre a Palmetta, della "Leva Cantautorale degli anni zero" e delle novità che ci regaleranno i suoi prossimi lavori. Read More…

Simona Gretchen, prima parte

Simona Gretchen intervistata da Amedeo Contili ai microfoni di Experience 2 — Radio Galileo parla del suo primo disco "Gretchen pensa troppo forte", del suo concerto a Terni del 17 Dicembre a Palmetta, della "Leva Cantautorale degli anni zero" e delle novità che ci regaleranno i suoi prossimi lavori. Read More…

Serj Tankian, Impefect Harmonies

 Serj TankianLa voce di Serj Tankian ha sempre rappresentato per me la tromba che chiama la carica della cavalleria. Quando ero un giovane universitario e Dj Alex FKZ metteva “Chop Suey!” durante le serate del “Mercoledì Rock” di Pacerumore, a Perugina, e tutti nel club capivano immediatamente che era il segnale per correre al centro della pista e darsele di santa ragione e per fermarsi poi nel finale per unirsi al grido liberatorio di Serj. Dopo quel colpo di fulmine e la riscoperta della discografia precedente ho sempre seguito con interesse le nuove uscite dei System of a Down e ho accolto con entusiasmo il primo album solista di Tankian… Read More…

Grinderman, Grinderman 2

A tre anni dal loro fortunato esordio tornano i Grinderman di Nick Cave che, insieme ai fidatissimi Warren Ellis, Martyn P. Casey e Jim Sclavunos da vita ad un disco ambizioso e feroce, come il lupo che, nella copertina, si aggira minaccioso in un immacolato appartamento moderno. Ottima rappresentazione di quello che Nick Cave cerca di fare con noi che lo ascoltiamo: entrare nelle nostre vite e portarvi la crudezza della vita senza edulcorazioni, senza ricchi premi e cotillons, senza maschere né chirurgia estetica. Persegue ben altri obiettivi il precisissimo bisturi di questo genio mai abbastanza celebrato. Read More…