Cosmetic, Nomoretato

Recensione del disco Nomoretato dei Cosmetic (La Tempesta, 2015). 

Tracklist:

01 Venue
02 Crediti
03 Occhi gialli sull’isola del mondo
04 Nelle mani giuste
05 Stanza del figlio
06 Nomoretato
07 Non ritornerò
08 Continuum
09 Voragini (sotto i nostri piedi sicuri)
10 Rocapina
11 Bordonero
12 Reprise

“adoro questo posto

Con delle tracce già “definite” i Cosmetic entrano nello studio di Claudio Cavallaro. L’atteggiamento è quello di totale apertura verso la sapiente mano del loro produttore che immerge le loro idee nella sua conoscenza musicale, il suo bagaglio di black e soul. I pezzi vengono incisi sul nastro, materialmente su nastro, ancora grondanti.
Se fosse un luogo, Nomoretato sarebbe un enorme calderone chiuso con tanto di coperchio. Le note che escono dagli strumenti dei Cosmetic vibrano, rimbalzano, rientrano e si dilatano per non lasciarci mai per tutta la durata del disco, che si presenta come un’unica, prolungata esperienza. Non a caso i 12 pezzi che lo compongono sono stati registrati in soli 6 giorni, mantenendo alcune imperfezioni e tutta l’atmosfere del momento.
Limpidi sulla nebbia sono i riff di chitarra. Ci fanno ritrovare la via, scandiscono Crediti, spezzano Stanza del figlio, diluiscono la title track. Il lavoro col basso, soprattutto come ricerca di suono è altrettanto notevole, le frequenze si incastrano giuste tra sterno e polmoni. Chiedere di Voragini (sotto i nostri piedi sicuri) e Non ritornerò in questo senso.

Questo lavoro è in linea con i precedenti post-grunge, indie-[quello che vi pare] che abbiamo già potuto apprezzare, è familiare la chitarra roboante in Bordonero ad esempio, ma è emozionante ritrovare il rame delle corde acustiche che fa capolino in alcune finestre su questa densa massa.
In un paio di occasioni quasi possiamo vederli i ragazzi nella band seduti in circolo, cantare e sbattere il tamburello a metà tra il gospel e la comune, un bel manifesto di questa ultima esperienza in sala d’incisione, Stanza del figlio e Non ritornerò diradano la nebbia e mostrano più chiaramente i contorni del nostro cantante. Per inciso, questo Nomoretato rientra tra gli album da ascoltare senza sosta fino alla fine, così come è stato registrato, per essere sorbito nella giusta maniera. Abbiamo tempo, nel 2015, di ascoltare per intero un album e sfuggire al fast food di youtube? Sì, qualcuno, spero molti, che stiamo a farci sennò. I Cosmetic creano una stanza da fruire così in tutto il suo perimetro per oscuro e afoso che sia. Se lo affianchiamo all’ultimo lavoro dei Verdena (per prendere un gruppo con cui dividono le radici) qui abbiamo meno concetti ma meglio spiegati perché ripetuti in un album di studio, riflessione e  felicità nel ritrovarsi insieme dopo tanti anni di musica, “potete continuare a dirci immaturi/ che dopo i  trent’anni ora vale di più”. Così comincia il disco.

Voto: 75/100

Ascolta Nomoretato su Bandcamp:


Links: Sito ufficiale, Facebook, Youtube, Bandcamp

Label: La Tempesta

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*