Ephebia incontra Colapesce dopo il concerto al Parco della Fonte di San Gemini

Infedele è il titolo del terzo album di Lorenzo Urciullo, in arte colapesce, che fa tappa a San Gemini con il suo tour estivo. Una location magica che, dopo anni di abbandono e degrado, riapre grazie all’aiuto dei volontari e accoglierà musica, ma non solo, a 360 gradi per tutto il periodo estivo.

L’artista siciliano, nella terza data del suo tour estivo e dopo il successo di quello invernale, ha risposto a qualche domanda per Ephebia.

COME STAI E COME STA ANDANDO IL TOUR?

“Il tour invernale è andato benissimo; stiamo alla terza data del tour estivo e adesso stiamo all’inizio, abbiamo ancora molte date”

IL RAPPORTO CON IL PUBBLICO ALL’APERTO TI PIACE?

“Mi piace suonare all’aperto, in particolare in questo posto bellissimo; è diverso dai club perché le persone si sentono più libere di muoversi”

IL RAPPORTO CON I MEDIA: COSA HAI PENSATO DELLA CENSURA DEL VIDEO DI MAOMETTO A MILANO?

“In realtà ci sono rimasto un po’ male perché è ridicolo censurare questo tipo di prodotti culturali; in particolar modo per quanta riguarda Maometto perché è stato censurato non tanto per le scene violente o per le armi, ma per il rapporto omosessuale e per la scena d’amore tra due ragazzi”

2 GIUGNO, FESTA DELLA REPUBBLICA; NEL VIDEO DI “MALEDETTI ITALIANI” IL BAMBINO STRAPPA LE FOTO DI TUTTI, PERSONAGGI BUONI E CATTIVI. PERCHÉ HAI VOLUTO METTERE INSIEME DEI PERSONAGGI CHE HANNO AVUTO UN’ACCEZIONE POSITIVA E NEGATIVA?

“Maledetti italiani è un omaggio all’Italia tutta, l’Italia in generale. Inizialmente volvevo mttere solo personaggi scomodi ma così il messaggio è più forte perché ci sono dei personaggi intoccabili; ho pensato di giocare un po’ con il linguaggio. Quando scrivo sia la musica che i video penso sempre a dare un significato più artisico a quello che faccio e non creo solo un video funzionale. Sono conscio che, se metto una bella ragazza il video avrà più visualizzazioni, ma penso che non rimanga niente e, quindi, cerco di stimolare il fruitore e creargli delle domande grazie alla musica e alle immagini”

SAPPIAMO CHE STAI PREPARANDO IL PROSSIMO ALBUM. DOVREBBE ESSERE UN CONCEPT ALBUM

“Potrebbe uscire in qualsiasi momento, non ho date e non mi metto dei limiti temporali, se riesco a chiuderlo in tempi stretti ben venga, ma generalmente mi prendo tempo. Non do limiti alla mia creatività”

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*