La Luna Nera: l’oroscopo di aprile

Fugazi-In-On-The-Kill-Taker

Noi di Ephebia non ci facciamo mancar nulla: l’oroscopo del mese di aprile a cura della misteriosa maga Nadja Sdroligovskaja . Filo conduttore, “In on the Kill Taker” dei Fugazi.


Gemelli

Facet Squared:We draw lines and stand behind them / That’s why flags are such ugly things”

Che noia che barba che noia. State là a limitarvi con delle recinzioni inventate quando avreste di meglio da fare che stare a guardare i maialini durante l’addestramento. Per esempio, tra il 21 e il 23 aprile potreste anche licenziarvi o scrivere un disco, che ne so. Non vi sentite un po’ geniali? Su, non siate timidi. Mike Bongiorno e Pippo Baudo siano la vostra guida spirituale nell’esplorazione di doti che neanche sapevate di avere. Poi se finirete a girare delle ruote di cartone mentre un pubblico in menopausa inciterà i concorrenti alla lotta pazienza…l’importante è che non lasciate il vostro pubblico proprio adesso che siete gli adorabili coglioni che tutti amiamo.

Toro

Public witness program: “Public witness says he’s seeing too much / I like to walk around it / And i’m paid to stand around”

Cari Toro, sappiate innanzitutto che vi si vuole bene anche per le tendenze leggermente maniacali per cui vi si ritrova a escogitare preziosi meccanismi di controllo dei pensieri altrui a tarda notte o – più spesso – completamente a caso. Il baccanale del grande Giove vi trova in controtempo, per questo mese: tante idee ma confuse, date pure la colpa alla primavera che funziona sempre. Se aspettate con ansia una chiamata anonima dal retrobottega di una ferramenta arriverà, e sarà totalmente fuori dal vostro controllo. Paura eh? Fossi in voi inizierei col cercare quello strap-on glitterato che avete lasciato da qualche parte in soffitta.

Vergine

Returning the screw: “It was meant to spread disease / But now discovered / Becomes the sweet antithesis / Returning the screw / It comes back to you”

Uhhh non crederete ai vostri occhi care Vergini! Tendenzialmente non ci credete mai per punto preso, ma vabbè. Volete pensare, mettere in ordine, giustificare e reprimere i vostri istinti totalmente a caso come piace a voi? Niente da fare, per questo mese il cielo vi lascia soltanto la libertà di godervela, di lasciarvi portare a spasso da un sentimentalismo ridicolo e dalla totale mancanza di inibizioni: è quello di cui avete bisogno, e lo sapete già da soli. L’unica cosa preoccupante è che vi sentite anche stranamente buoni…o ve l’accollate così – e sarà magnifico – oppure passerete un mese governato dalla guerriglia tra il fricchettone che alberga in voi e il black block della razionalità che, mi spiace dirvelo così, fino al mese prossimo non ha alcuna possibilità di vincere.

Cancro

Smallpox Champion: “What is good for the future what was good for the past / Won’t last”

Cari Cancro, gaudemos. I tempi cupi stanno finendo, e dichiareremo la stagione dei monsoni di pianto ufficialmente chiusa l’11 di questo mese, quando anche Venere tornerà ad essere vostra amica…e noi sappiamo bene quanto ci tenete voi alle possibilità melense e accorate che questa rinnovata amicizia vi parerà di fronte fino a settembre inoltrato. E’ normale che sconterete un po’ della stanchezza che vi portate dietro da gennaio, ma basterà drogarvi pesantemente con la scusa dell’allergia ai pollini per recuperare qualche ora di sonno, magari svaccati al mare coi vestiti addosso proprio come piace a voi. Datevi tempo per riflettere, non c’è più bisogno di correre da una parte all’altra come vi è stato richiesto nelle ultime settimane, che sembravate tutti impegnati a salvare un mondo in pericolo da soli. Vedrete che con un po’ di calma riuscirete anche a tirare le fila di qualche discorso rimasto in sospeso, o a chiudere per sempre con quello che ancora non avevate mandato giù nonostante risalisse al pranzo di Pasqua del 1992.

Leone

Rend it: “locked in a body in love with the process of… / surrender, rend it, it’s yours / out in the open we’re wide open”

Cari Leone, vi regalo uno dei miei pezzi preferiti di sempre così, un po’ per coccolarvi in questo periodo carente d’affetto e cioccolata, un po’ per dimostrarvi che confusione e rumore non sono sempre un male, soprattutto per tipi come voi. Vi troverete anzi a vostro agio nel gestire gli aspetti più dissonanti di questo cielo primaverile, che vi vede cadere vittime del tipico rincoglionimento d’aprile ma anche pieni di idee grandiose da portare avanti…in un altro momento però. Per adesso consiglierei di restare in ascolto delle voci che sentite nella vostra testa, e lasciarvi liberi di fluttuare in uno stato d’indecisione e mancanza di polso che mal sopportate ma che a volte è fisiologico. I frutti della vostra preziosissima pazienza arriveranno durante l’estate!

Pesci

23 Beats Off:  “A name / I recognise that name / It was at the center of some ticker tape parade”

Cari Pesci, facciamo un quadrato ok? L’inizio della primavera è raramente il miglior periodo dell’anno, per voi…ormai avrete iniziato a capirlo questo. Quest’anno c’è di buono che – per la maggior parte – i pianeti non vi filano proprio! State pur tranquilli con le vostre allergie, i mali di stagione di cui vi piace lamentarvi sin dalla nascita e con le vostre cose da sistemare. Siate operativi e lasciate stare per un po’ i grandi progetti che avete in serbo per la salvezza dell’umanità. E’ il momento perfetto per rivedere quel film che non avete mai capito e trovare la chiave di risoluzione di quello che avevate in sospeso più o meno da Natale del 2003.

Acquario

Sweet and Low

Un pezzo strumentale. Per adesso lasciate stare la comunicazione, le grandi scoperte scientifiche e tutto quello in cui siete bravi da sempre: verrà il tempo anche per questo…sempre che vi riprendiate dalla lettera di scomunica papale che probabilmente vi verrà recapitata verso la metà del mese. Cari Acquario, coccolini amorosi dello zodiaco, vi vedo con l’espressione penitente di uno che ha appena abiurato o rovesciato qualcosa per terra ma una panchina al sole, qualche polline svolazzante e una Peroni da 66 saranno sufficienti per arrivare sani e belli al prossimo mese. Giocatevi un paio di pareggi in ricevitoria e non pensateci.

Ariete

Cassavetes: “I was sitting tight so quiet quiet / in the dark till the lights came up my heart beating like a riot”

Cari Ariete, calma. Prima di blastare il povero Paolo Fox aspettate la metà del mese…vedrete che vi troverete molto più reattivi dello scorso anno, nonostante gli antistaminici. Inizio mese nervoso, di quel nervosismo tipico che spaventa i bambini per la strada, ma poco male se i bambini non sono i vostri. Dalla metà del mese fino a maggio il cielo sembra una festa orgiastica senza capo né coda organizzata proprio per voi dal pupazzo Uan featuring Stanley Kubrik. Paura e bellezza completamente random, che è un po’ il vostro habitat ideale e quello in cui potete dare il vostro meglio.

Scorpione

Great Cop: “Got a lot of questions for me / You got a lot of questions for me”

Cari Scorpioni, Scorpioni santi. Voi sareste anche belle persone, affascinanti e tutto quanto…ma con Venere e Mercurio in opposizione e Giove in quadratura ce ne possiamo inventare ben poche a sto giro. C’è di buono che a voi piace essere il bad cop, e lo sappiamo benissimo. Potreste sfruttare il mese di aprile per sfoderare le vostre innate doti di Savonarola incalliti, giudici supremi delle altrui bassezze e oppositori di regime. Se riuscirete ad accendere la lampada da scrivania e spolverare il vecchio registratore a cassette che tenete vicino al frigo dal 1996, il posto di Dale Cooper è vostro. Attenzione ai troppi caffè soprattutto tra il 19 e il 20, se tenete all’incolumità dei vostri coinquilini.

Capricorno

Walken’s Syndrome: “Fragile stem lay down your arms and then / Steer into the headlights like the dead light of the last sun you’ll see”

Cari Capricorno, va tutto bene. Vi state chiedendo con espressione scettica come mai le cose non stiano andando completamente allo sfacelo come credevate? Tranquilli, è normale…siete Capricorni, se state bene v’inventate delle malattie che nascono già allo stato terminale pur di coltivare un po’ di quell’ansia matta e disperata che vi serve per stare svegli. La realtà è che quasi sempre il mondo reale è leggermente meno peggio di quello che appare a voi: se anche non sarete bravissimi nella comunicazione, cosa che per sommi capi si potrebbe estendere alla vostra vita intera d’altronde, il vostro cielo di aprile parla della nascita di nuove progettualità che hanno buone possibilità di riuscita e anche di una determinazione più concreta di quella a cui ci avete abituato. Attenzione a non trasformare questa mezza specie di vitalità in provocazione, soprattutto tra il 24 e la fine del mese.

Sagittario

Instrument: “We need to know value / We need to place value / In case it all comes true”

Cari, sembra che vi stiate preparando alla guerra o qualcosa del genere. Bene, anzi benissimo. C’è sempre bisogno di qualcuno che si attrezzi anche per gli altri, e chi meglio di voi in questo aprile che vi chiama in causa sporadicamente e senza pretese? State preparando qualcosa, e non vediamo l’ora di ascoltarlo. Avete cambiato qualcosa, o state per farlo. Questa primavera sarà un periodo molto proficuo per i musicisti che stanno lavorando a qualcosa di nuovo: ispirazione e capacità espressiva sono tutte vostre…anche se ancora vi state chiedendo cosa farne o se ne vale la pena. Consideratevi come un cantiere sotto la scrupolosa osservazione di un club di pensionati dello Spi-Cgil.

Bilancia

Last chance for a slow dance: “Coughing inside your coffin like at the bottom of the sea”

Care Libra, la situazione è chiara: non toccate niente. Né quello che risbuca fuori dal passato, che sappiamo bene quanto siete propensi alle scelte più sbagliate immaginabili sulla terra, né quello che immaginate per il futuro più prossimo. Lasciate tutto come sta, che questo è periodo di danni. Non vi licenziate per l’ennesima volta, né tentate quel cambio radicale a cui puntate da sempre e che – effettivamente – non avverrà mai perché “siamo fatti così, siamo proprio fatti così”. Puntate tutto sul buon umore delle prime giornate assolate. O sull’alcolismo. O su altri vizi, che non sarà difficile scegliere dalla vostra ampia e invidiabile collezione di primizie.

About the author /


Post your comments

Your email address will not be published. Required fields are marked *