Venus In Furs, Siamo pur sempre animali

Venus In Furs, Siamo pur sempre animali

Tracklist:
1. Nefasta in testa
2. Io odio il mercoledì
3. Cecilia e la famiglia
4. Toc toc
5. Bevi
6. Non ti chiederò mai
7. Ogni mattina un nuovo disastro
8. Chi rompe paga
9. Las Vegas
10. Naif
11. Confessa
12. La vendetta di Praga
13. In questa città

Disco d’esordio per i pisani Venus in Furs, band che seguo con interesse da un paio d’anni dopo aver visto la loro esibizione alle finali dell’Ephebia Contest 2010.

Già allora i Venus in Furs mi avevano sorpreso per la maturità che esprimono, nonostante la giovanissima età di tutti i componenti. Maturità artistica, maturità compositiva, maturità espressiva.

Purtroppo finora mi sono dovuto accontentare dei video in rete o di qualche pezzo sul myspace per potermeli ascoltare, ma finalmente, dopo una gestazione degna di WOW dei Verdena, ecco “Siamo pur sempre animali” il loro primo album.

13 tracce per 50 minuti di durata.

Le aspettative non vengono deluse. Tutto sembra tranne che sia il loro primo disco. Come detto prima, quello che stupisce dei Venus in Furs è la loro capacità compositiva che da vita a testi ed arrangiamenti da band navigata con qualche produttore americano alle spalle.

I suoni sono compatti e perfettamente amalgamati; le linee di violino fungono da perfetto collante tra batteria, chitarre e basso.
Un disco pieno di contenuti, con i temi più diversi trattati in modo mai banale: disoccupazione (Odio il mercoledì), solitudine (Bevi), cronaca (Ogni mattina un nuovo disastro).

Non mancano pezzi dritti e potenti (Nefasta in testa, Las Vegas, Confessa) come episodi più tranquilli in cui è la poesia ad avere il ruolo principale. Da segnalare l’ipnotica Cecilia e la famiglia (primo singolo estratto) Naif e La vendetta di Praga.

L’intero album è condito da una vena di sarcasmo tipicamente toscana, sottolineata da un inconfondibile accento pisano. Praticamente ogni canzone è degna di nota: difficile trovare un brano che , anche dopo numerosi ascolti, meriti di essere skippato

In definitiva un disco che esterna al meglio l’animo animalesco e selvaggio dei Venus in Furs, che sono andati oltre ogni più rosea aspettativa.

SbigO

Lascia un commento

La tua email non verrà mai pubblicata o condivisa. Campi obbligatori = *

*
*